Marica Zannettino


Consegue i diplomi di 8° anno e di Perfezionamento per insegnanti presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma, laureandosi inoltre nel 2007 al biennio di specializzazione indirizzo coreografico.

Per la tecnica di danza classica ha seguito particolarmente i corsi di Z.Prebil, M.Traianova, R.Ciuca, per approfondire in seguito diverse tecniche di danza contemporanea americane ed europee studiando fra altri con B.Libonati, C.Coldy, I.Azpillaga, S.Hayman, T.Stoffer, J.Godani.

Come danzatrice ha collaborato nel tempo con numerose compagnie di danza fra cui, CMP di Michele Pogliani, Almatanz di Adriana Boriello, Compagnia Excursus di Ricky Bonavita, Danzare la vita di Elsa Piperno, La Compagnia dell’ Accademia Nazionale di Danza, in tournée in Italia e all’estero (Biennale di Venezia, RomaEuropa Festival, Festival Internationale Montpellier Danse, TanzFest Berlin, World Music Forum Los Angeles).

L’interesse per la creazione coreografica ha innescato un percorso di ricerca nel quale destrutturare un ampio bagaglio di linguaggi ed esperienze tecnico artistiche per individuare un concetto del movimento che trovi la sua ragione nella propria personale fisicità e corporeità.

Creazioni coreografiche:

2006 – Divertissement – no aidia no poesia

L’idea portante del progetto è stata l’assenza di “un’ idea”…  per cui la coreografia si sviluppa attraverso un rapido succedersi di quadri diversi per genere e durata di brani musicali, (almeno 10), timbri di movimento, atmosfere e relazioni tra i danzatori che corrono inseguendo quasi schizofrenicamente una struttura frammentata.

2007 – Filamente

La coreografia si sviluppa lungo un corridoio in proscenio, da quinta a quinta. L’idea è di un viaggio come metafora dell’esistenza, dal ventre materno a… L’interprete diventa una sorta di marionetta che muove se stessa attraverso fili invisibili.

2008 – Entro

L’assolo è in punta, si sviluppa da un centro entro un unico cerchio… L’idea è di un angelo caduto… Tra cielo e terra.

2009 – Cerbero

Studio sull’ idea del cane a tre teste…